!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->

giovedì 24 novembre 2011

Elizabethtown, la vita è una stanza rotonda

Elizabethtown - Claire (Kirsten Dunst)
Romantica poesia moderna dove il viaggio è il lasciapassare per sentimenti sopiti e la giusta dose di lacrime. Elizabethtown (2005, di Cameron Crowe) un cammino alla scoperta di sé.

di Luca Ferrari

Dietro la macchina da presa di Elizabethtown (2005) c’è la sensibilità artistica e la passione musicale del regista Cameron Crowe (Singles, Almost Famous, Pearl Jam Twenty). Nelle parole della saggia hostess Claire (Kirsten Dunst) registrate per un ancora troppo sconsolato Drew (Orlando Bloom), c'è un messaggio universale per iniziare a svegliarsi dal torpore, credere in se stessi e prendere il largo verso la propria felicità: la tristezza è più facile perché è una resa. Io dico, trova il tempo di ballare da solo... con una mano che si agita nell'aria

Elizabethtown (2005, di Cameron Crowe)

Nessun commento:

Posta un commento