!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->

martedì 11 dicembre 2012

Carcarlo Pravettoni, e il Natale s'impenna

Mai dire Lunedì '96 - Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel)
Anche a Natale il cinico Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel) mette sottosopra il mercato. Ecco il pandoro Pandofix, con lo zucchero a velo incollato sopra.

di Luca Ferrari

“Si avvicina a grandi passi il giorno di Natale. Tin tin tin. Tin tin tin. Il natale, questa festa così natalizia, unica nel suo genere. L’alberello. Il presepino. I regalini con i tanti fiocchettini. Una tragedia di dimensioni planetarie, diciamo la verità”. Esordiva così, il magnate dell’industria Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel) in una epica puntata di Mai dire lunedì andata in onda il 16 dicembre 1996, come sempre orchestrata con suprema maestria dal trio della Gialappa's Band.

Ecco, il fatto di farci quattrini a palate è l’unico aspetto ancora puro e poetico di questo grandissimo rompimento di coglioni. Ma veniamo al punto" continuava l'immortale Carcarlo dal pulpito del suo ufficio, "Da un nostro recente sondaggio risulta che ben il 60 per cento dei regali di natale non sono graditi a chi li riceve. Mentre invece il restante 40 sono delle cagate. 

Basta buttare via soldi con regali inutili. Noi abbiamo la soluzione. La Sorpresissima della Carter & Carter. Venite nei nostri negozi specializzati e scegliete un bel regalo, mettiamo per la zia Evelina. La sorpresissima è che non appena la cara zietta apre il regalo, lo scarta, lo vede e vi ringrazia, pum, glielo portate via e ce lo ridate a noi. È il regalo a noleggio. E risparmiate un sacco di soldi. E la zia Evelina è contenta, quella rompiballe!".

Unico, inimitabile, cinico come nessuno. Una figura quella di Pravettoni che per noi ingenui ventenni dell'epoca ci sembrava fosse impossibile che nella realtà potessero esistere farabutti di tal portata. idea questa che nel corso degli anni futuri avremmo cominciato a ricredere. Pravettoni, uno uomo che non ama le interviste perché non capisce le domande. Pravettoni, più politically scorrect che non si può. Pravettoni, la cui superba incarnazione del comico toscano Paolo Hendel lo ha reso un personaggio insuperabile-

"Abbiamo altre idee, noi della Carter & Carter. Il pandoro!" continua nel suo inimitabile racconto dei propri prodotti il magnate molto noto alla Guardia di Finanza, "Il pandoro sbriciola, sporca. Ha questo zucchero a velo che sfarina dappertutto. Da oggi basta! Noi vi proponiamo Pandofix, il pandoro testato nella galleria del vento. Lo zucchero a velo viene fissato con un collante ultraresistente. A prova di tromba d’aria. 

Se qualcuno poi volesse insinuare che il nostro prodotto fosse tossico. Tossico?!? È velenoso! L’importante però è non scrivercelo sulla confezione. Fuori luogo sarebbe scrivere sul pandoro a natale, attenzione pericolo di morte. Sarebbe di cattivo gusto. Poi la gente si suggestiona. A volte basta un niente per sciupare quell’atmosfera natalizia".

E che dire dell’alberello di natale? L’albero a cui tendevi la pargoletta mano. Ogni anno c’è l’eterna questione. Albero finto o albero vero? Albero finto o albero vero? Albero finto o albero vero?  Noi non abbiamo dubbi: l’albero vero, no! L’albero vero sporca, punge e ti complica la vita. Evitare il disboscamento sarebbe il meno. Il fatto è che la natura sporca. Puzza la natura. Ma vogliamo mettere piuttosto con il nostro abetello Nagasaki della Carter & Carter?

L’albero di natale in cemento armato trattato al plutonio. Ooplah, il gioco è fatto. S’illumina da solo. Ci metti accanto il cappone e si accende in un secondo. Occhio alle mani perché ce le lasci. Ci passi davanti, e tah, ti fa la radiografia e, finite le feste, lo butti nella stufa e ti riscalda la casa per 5.000 anni consecutivi, pensa un po’! Certo che è radioattivo, grazie al cazzo, sennò come farebbe a scaldarti la casa per cinquemila anni consecutivi.

Alberello Nagasaki, buon natale a tutti… tin tin tin tin".

Carcarlo Pravettoni e il Bimbo Gigi offrono Pandofix al bimbo povero
con le inevitabili e tragiche conseguenze

Mai dire Lunedì '96 - Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel)
Mai dire Lunedì '96 - Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel)
Mai dire Lunedì '96 - Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel)
Mai dire Lunedì '96 - Carcarlo Pravettoni (Paolo Hendel)

Nessun commento:

Posta un commento