!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->

mercoledì 9 settembre 2015

L'anima condivisa del premio Claudio Maleti

I protagonisti del premio Claudio Maleti 
Nel secondo giorno di Festival del Cinema, il Lido si è radunato per ricordare un caro amico e consegnare alla sua memoria il premio Claudio Maleti.


Lido di Venezia, 72° Mostra Internazionale del Cinema. Ero appena sceso dall'Everest con un forte carico di emozioni, inspiegabilmente non condivise dalla maggioranza del pubblico e critica del Festival, che subito ho dovuto ricaricare l'anima per immergermi nell'amichevole atmosfera della II edizione del premio Claudio Maleti.

Giovedì 3 settembre c'era tanta gente. Uno di quei raduni che se un qualche poeta della beat generation si fosse trovato a osservare, lo avrebbe di sicuro tramutato in qualche strofa dall'immortalità più naturale. C'era tanta gente al bar-gelateria Maleti giovedì 3 settembre, il giorno in cui nacque Claudio Maleti. A dare il via alla cerimonia di consegna del premio alla sua memoria, il presidente della Mostra del Cinema Claudio Barbera con un video-messaggio registrato. 

Fatto ciò, c'è stata la consegna del premio in memoria a Claudio Maleti consegnato alla moglie Francesca e ai figli Beatrice e Tommaso. Questi era l'opera artistica "CHIMERA", realizzata dal maestro Maurizio Molin utilizzando il vetro di recupero delle vetrerie di Murano e costruendo la base con il legno di una briccola. Ad allietare il caldo clima festoso, la musica del gruppo Aruspika.

Ad aggiungere ulteriore poesia all'affresco umano poi, le piante ornamentali della vicina  fioreria Munareto e la presenza dello storico gruppo Le Maschere di Mario del '700 Veneziano. “Un degno omaggio per un personaggio che tanto ha fatto per il Lido e la Mostra del Cinema” ha dichiarato il deus-ex-machina dell'evento, Angelo Bacci. Un appuntamento, il premio Claudio Maleti che a dispetto dei pesi massimi della settima arte, ha visto la presenza della stampa (locale e non). Molti i fotografi e cine-operatori intervenuti infatti, Rai inclusa.

E ora che le telecamere si sono spente, posso ascoltare una canzone speciale (vedi fine articolo) e scrivere il mio ricordo più sincero di questa serata:

RITROVO D'ANIMA E LETIZIA

viaggio postumo
o declivio già preventivato?... mi
guardo dentro, la
folla si è rimpicciolita
ma non il sottobosco... le mani
non sono maniglie... la mia agenda
è insolitamente vuota,
vorresti provare a darci un significato
oppure sostituirmi
mentre faccio la mia parte
per addolcire la distanza tra le ombre?

mi ero ripromesso
di dormire almeno una notte
completamente a mollo,
oggi non sarà il caso
di ciò che deve ancora venire...

rimi ero promesso di non dire a nessuno
dove sarei andato
ma non è neanche questo
il momento/... ci sono strade
che si possono solo percorrere,
altre dove si fa capolinea per regalare
al proprio silenzio
la più amichevole delle condivisioni
umane
                                               (Lido di Venezia, 3 Settembre '15)
R.E.M. e Patty Smith, E-bow the Letter

Il clima festoso durante la cerimonia del premio Claudio Maleti (2° da dx, Angelo Bacci)
L'opera Chimera, di Maurizio Molin, in memory of Claudio Maleti
Il gruppo musicale Aruspika e Le Maschere di Mario del '700 Veneziano

4 commenti:

  1. Riuscitissima e festosa assegnazione del Premio Claudio Maleti 2015. Bravo Angelo Bacci...bravi tutti! Complimenti vivissimi. (gilberto paggiaro - Lido di Venezia)

    RispondiElimina
  2. Il Gruppo Storico "Le Maschere di Mario del '700 Veneziano" ringrazia di cuore Luca FERRARI per l'originale articolo, Angelo BACCI per aver saputo creare e organizzare questo straordinario Ricordo, la Famiglia MALETI per la generosa ospitalità, e tutto il pubblico presente per aver creato questa bellissima Cornice della 2^ Edizione dell'Evento del "Premio Claudio MALETI".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento, e un applauso davvero per tutti in ricordo di Claudio

      Elimina